lunedì, maggio 01, 2006

La languida frammentazione dell'essere etereo

Per quanto nauseabonda possa diventare la presenza di un entità concreta in un contesto astratto c'è la possibilità che, attraverso il banale processo dell'anamnesi,si possa arrivare all'archè prima che lui arrivi a noi.
Con questo non voglio dire che una trasmigrazione di gruppo possa essere la strada sbagliata da percorrere, però il problema dell'esistenza di un io represso e stanco di vivere può risollevare quelle che sono le grandi teorie dei filosofi del XV secolo.
Attraverso la maieutica, che arriva alle vostre fragili menti attraverso questo freddo spazio digitale, vorrei insegnarvi le diverse tipologie di perfezione di pensiero che da anni sto studiando.
Non abbiate timore della apparente inesattezza del mio flusso di pensieri, la soluzione è sempre più vicina e cercherò,con l'aiuto dei miei discepoli, di dirigere le vostre menti in un luogo di serenità e consapevolezza.

2 commenti:

Sir.SerenoPolveroso di Petoria ha detto...

Amen fratello!
(In realtà anche questo post è soltanto per vedere se mi mette l'immagine personale)

Sir.SerenoPolveroso di Petoria ha detto...

Uffa non me la mette. Ma l'ora dei post l'hai messa random apposta?